Un sorso d’estate!

    Chinotto
    Von Eliana Giuratrabocchetti

    Una delle bibite più amate dagli italiani è senza dubbiozweifelsohnesenza dubbio il Chinotto. Dal sapore amarognololeicht bitteramarognolo e rinfrescante, è nato come alternativa alla Coca-Cola, riscuotere successoErfolg habenriscuotendo un successo tale che la stessa l’aziendaUnternehmenazienda americana, a un certo punto, lo ha inserireaufnehmeninserito nella sua linea di produzione con il nome di Fanta Chinotto. Sull’l’origine f.Ursprungorigine della bevanda esistono diverse versioni. Secondo alcuni è stata inventareerfindeninventata nel 1932 dalla la dittaFirmaditta Sanpellegrino, secondo altri dall’azienda Neri di Capranica, in provincia di Viterbo, secondo altri ancora dai laboratori di Costantino Rigamonti a Milano. Di sicuro si sa che è prodotto con l’omonimogleichnamigomonimo l’agrume f.Zitrusfruchtagrume, importato dalla Cina alla fine del 1500 e oggi coltivareanbauencoltivato quasi esclusivamente in Italia. Oltre che in Liguria, Toscana, Sicilia e Calabria, infatti, il chinotto si trova solo in Costa Azzurra. Quello ligure, coltivato principalmentehauptsächlichprincipalmente nella provincia di Savona, è da poco diventato il Presidio Slow FoodSlow-Food-FörderkreisPresidio Slow Food.
     

     

    In der Adesso-Juliausgabe lernen Sie auch Cedrata, Aranciata, Limonata, Sanbittèr, Crodino und Spuma kennen!

    Neugierig auf mehr?

    Dieser Beitrag stammt aus der Zeitschrift Adesso 7/2018. Die gesamte Ausgabe können Sie in unserem Shop kaufen. Natürlich gibt es die Zeitschrift auch bequem und günstig im Abo.

    Werbung
    <
    >