Leonardo – Tra arte e scienza

    DIFFICILE
    Leonardo da Vinci

    Il fuoco del mito di Leonardo da Vinci non si è spento, la sua fascinazione, anzi, rimane sempre viva attravero le generazioni. Leonardo, nato nel 1452 a Vinci in Toscana e morto nel 1519 nei pressi della città francese di Amboise, era già un mito in vita, tanto da eccellere in ogni settore. Pittore, lo scultoreBildhauerscultore, ingegnere, architetto, lo scienziatoWissenschaftlerscienziato, l'anatomista m./f.Anatomanatomista e filosofo della natura, era un visionario in tutti i campi del sapere.

    Come racconta Giorgio VasariArchitekt, Hofmaler der Medici, Biograph ital. KünstlerGiorgio Vasari (1511-1574) nel suo Le vite de’ più eccellenti pittori, scultori, e architettori , dt. TitelLebensbeschreibungen der hervorragendsten Maler, Bildhauer und ArchitektenLe vite de’ più eccellenti pittori, scultori, e architettori (1550), Leonardo è dotato di un’intelligenza non comune e versatoversiertversato in ogni disciplina fin dalla più tenera età: le lettere pl.hier: Literaturlettere, musica, matematica, fisica e, naturalmente, il disegno, la scultura, l’architettura, la pittura, che scelse – dice sempre Vasari – per la professioneBerufprofessione. Ma Leonardo da Vinci è quanto di più lontano dall’immagine del genio solitarioeinsamsolitario perso nel labirinto della propria la menteGeist, Verstandmente. È uomo di mondo, uomo di la corteHofcorte, bello, attento alla moda e spiritosogeistreich, witzigspiritoso. Leonardo conversa volentieri e racconta anche barzellette: “Era tanto piacevole nella conversazione che tirava a sé gli animi delle genti”. Come l'artista di corte m./f.Hofkünstlerartista di corte eloquente e affascinante, ha saputo insomma sorprendere chi lo conobbe con la poesia, la musica e il suo talento organizzativo.

    Oltre che con le parole, Leonardo stregareverzaubernstrega i suoi il contemporaneoZeitgenossecontemporanei con l’arte. Il primo ad accorgersi della sua la maestriaKönnenmaestria è Andrea del VerrocchioGoldschmied, Maler, Bildhauer in Florenz, Leonardos LehrmeisterAndrea del Verrocchio (1435-1488), presso il quale andare a bottegain die Lehre gehenva a bottega intorno al 1469, dunque poco più di un bambino. Oggi non c’è al mondo nessuno che non conosca le opere di Leonardo, fosse anche la sola Gioconda , dt. TitelMona LisaGioconda (1503-1504 circa), che con il suo misteriosogeheimnisvollmisterioso e intrigante il sorrisoLächelnsorriso affascina i milioni di visitatori che ogni anno affollano il Louvre per ammirarla.

    Senza dimenticare che gli studi sull'anatomia umana di Leonardo impressionano ancora oggi per la loro profondità e precisione. Allo stesso modo ama e osserva gli animali, in particolare gli uccelli, di cui studia struttura e volo. Da questa sua passione nasce il progetto della prima macchina volante. Affinché il sogno si realizzi dovranno passare ancora secoli, ma Leonardo ha il il meritoVerdienstmerito di avere installareeinpflanzeninstallato nella mente umana l’idea che “si può fare”, che il volo umano non è un sogno, una favola o un mito, ma qualcosa di realizzabile e concreto.

     

    Entdecken Sie mehr über Leonardo da Vinci im Spezial Leonardo da Vinci in der Adesso-Ausgabe 05/2019!

    Italienisch lernen mit ADESSO

    zurück zur Startseite