Lago di Garda

    MEDIO
    Sirmione
    Von Eliana Giuratrabocchetti

    1. Il paese dove il tempo si è fermato

    Campo di Brenzone è una la frazioneOrtsteilfrazione di Brenzone sul Garda, in provincia di Verona, dove il tempo sembra davvero essersi fermato. Il paese, che ha origini medievalemittelalterlichmedievali, si può raggiungere solo a piedi o in bicicletta percorrendo vecchie la mulattieraMaultierpfadmulattiere, come quella che uniremiteinander verbindenunisce i paesi di Castelletto (da qui è un’ora di il percorsoWegstreckepercorso) e Prada. In alternativa, si può partire da Malcesine. I il residenteEinwohnerresidenti ormai sono pochissimi, ma il paese meritareverdienen, wert seinmerita una visita per i bellissimi lo scorcioWinkelscorci, la vista panoramica sul lago e la chiesa di San Pietro in Vincoli, eretta fra il XII e il XIII secolo. All’interno è conservato infatti un bellissimo il ciclo di affreschiFreskenzyklusciclo di affreschi di influenza bizantinobyzantinischbizantina, ultimatofertiggestelltultimato alla metà del 1300 e ancora in ottimo stato.

    2. I biscotti di Churchill

    Visitare il Lago di Garda senza aver assaggiato i sanvigilini è un vero peccato. Questi biscotti sono stati creati per Churchill da Leonard Walsh, chef britannico che all’epoca gestiva la storica Locanda di Punta San Vigilio.

    Punta San Vigilio

    3. Dove vivevano i giganti

    Fra Nago e Torbole c’è un posto dove un tempo vivevano i il giganteRiese, Gigantgiganti. Almeno questa è la la credenzaGlaubecredenza popolare, che associa un fenomeno del tutto naturale alla presenza di la creaturaGestalt, Wesencreature mitologiche. Stiamo parlando delle cosiddette “le Marmitte dei gigantieiszeitliche GletscherhöhlenMarmitte dei giganti”, profonde la depressioneSenkedepressioni che indicano la presenza di ghiacciai durante la preistoriaUrzeitla preistoria. Il il disgeloTauperiodedisgelo, con il conseguente scioglimento del ghiaccio, ha modellato le la rocciaFelsrocce e formato la golaSchluchtgole più o meno profonde. I il pozzoErdlochpozzi principali si possono raggiungere partendo dalla strada statale che da Torbole porta a Nago. Da qui, a piedi, si raggiungono le Marmitte dopo circa un chilometro e mezzo. Lungo il il tragittoWegtragitto, tutto all’ombra dei il cipressoZypressecipressi, sono state posizionate alcune panchine, da usare non solo per riposarsi, ma anche per godersi l’incantevole panorama.

    4. Cento miglia sul lago

    La Centomiglia è una la regataSegelregattaregata che si svolge dal 1951 ogni seconda domenica di settembre. Si parte dal il portoHafenporto di Bogliaco, a Gargnano, e fra le molte la competizioneWettbewerbcompetizioni previste la più affascinante è la “la maxiliberaMaxilibera-Kategoriemaxilibera”, alla quale partecipano la barcahier: Bootstypbarche fino a 12 metri di lunghezza, con l'alberoMastalberi di 20 metri. Il percorso è di cento migliahundert Meilencento miglia, ecco spiegato il nome.

    5. Il mostro del lago

    Il paesino di Pai è protagonista di molte leggende, fra cui quella di Bennie, il il mostroUngeheuermostro del lago, avvistaresichtenavvistato l’ultima volta di recente e poi scomparso senza lasciare la tracciaSpurtraccia. Inoltre se vi capita di trovarvi da queste parti, guardarsi intornosich umsehenguardatevi bene guardarsi intornosich umsehenintorno e troverete sparsoverstreutsparsi parecchi resti di ceramica, per lo più di forma circolarerundcircolare. Nessun mistero: è quel che rimane di una fabbrica che produceva l’interruttore m.Schalterinterruttori e l’isolante m.Isolatorisolanti in ceramica, crollareeinstürzencrollata su se stessa e sprofondareversinkensprofondata nell’acqua.

    6. In gondola sul lago

    Un modo davvero nuovo di visitare Peschiera del Garda? In gondola! Gondola Service, inaugurarehier:starteninaugurato la scorsa estate, è nato da un’idea di Matteo Zamboni, 33 anni, di Bussolengo. È possibile scegliere fra diversi tour della città e, per esempio, girare intorno alle le muraFestungsmauermura venezianohier: aus der venezianischen Epocheveneziane, dichiarate Patrimonio dell’Unesco lo scorso luglio, oppure attraversarehier: entlangfahrenattraversare il Canale di mezzo. Il prezzo del tour è, a persona, di 12 euro per mezz’ora e 24 euro per un’ora. E allora... tutti a bordo di Vanda (è questo il nome della gondola) e buon giro!

     

    Weitere 17 Geheimtipps finden Sie in der Adesso-Aprilausgabe.

    Neugierig auf mehr?

    Dieser Beitrag stammt aus der Zeitschrift Adesso 4/2018. Die gesamte Ausgabe können Sie in unserem Shop kaufen. Natürlich gibt es die Zeitschrift auch bequem und günstig im Abo.

    Werbung
    <
    >