FOLLOW US

 

    Presi in castagna

    MEDIO
    Adesso Audio 13/2021
    Esskastanien oder Maronen
    Von Eliana Giuratrabocchetti

    Starten Sie den Audio-Text

    Mit dem Audio-Player können Sie sich den Text anhören. Darunter finden Sie das Transkript.

    Il primo simbolo dell’autunno per un italiano è vedere nelle strade del centro il carretto con le caldarroste. Eppure questo non è l’unico modo di mangiare le castagne. Con la loro farina si preparano deliziosi dolci o paste fresche. Sono ideali per gustose confetture e l’abbinamento perfetto per le carni arrosto. Scopriamo qualcosa in più su questo tipico frutto autunnale.

    “Ecco, è arrivato l’autunno”. Era questa la frase che pronunciaresagenpronunciavo quando in Piazza del Duomo, a Milano, vedevo che era arrivato il il carrettoWagencarretto delle la caldarrostageröstete Maronecaldarroste. Sì, per me l’inizio dell’autunno non coinciderezusammenfallencoincideva con una data precisa, ma con la la comparsaErscheinencomparsa di questo piccolo il negozio ambulantehier: Maronistandnegozio ambulante, che sprigionareverströmensprigionava un profumo delizioso. “Un il cartoccioTütecartoccio di caldarroste, grazie”. E il signore dietro al carretto prendeva il il cono di cartaPapiertütecono di carta e lo riempiva meticolosamentegewissenhaftmeticolosamente di castagne arrostite. Be’, se non le avete mai provate, ve lo consiglio. Acquistate un cartoccio, sedetevi su una panchina e gustatevi le vostre castagne. Certo non è uno degli street-food più economici che esistano, ma ne valere la penasich lohnenvale la pena.

    In passato le castagne facevano parte della la dietaSpeiseplandieta dei più poveri, tanto cheso dasstanto che il castagno veniva chiamato albero del pane, perché era a disposizione diverfügbara disposizione di tutti. Bastava andare in un bosco e raccoglieresammeln, erntenraccoglierne i frutti. Negli ultimi decenni, invece, le castagne si sono trasformate purtroppo in un cibo costoso e ricercatobegehrtricercato. Il il discorsoThemadiscorso del prezzo vale tanto più se parliamo di marroni, i “cugini” delle castagne. La differenza, sancitofestlegensancita da un il Regio Decretoköniglicher ErlassRegio Decreto del 1939, sta nel colore e nella forma. Le castagne sono più piccole, schiacciatoflach (gedrückt)schiacciate e hanno la la bucciaSchalebuccia marrone scuro. I marroni, invece, sono grossi, tondeggianterundlichtondeggianti e con la buccia più chiara. Diverso è anche il il saporeGeschmacksapore, dato che i marroni sono più delicati e per questo vengono spesso usati nella la preparazioneZubereitungpreparazione di dolci. Tra i più famosi il Montebianco, il dolce al cucchiaioLöffeldessertdolce al cucchiaio a base diausa base di marroni e panna, e i marrons glacés, la cui la paternitàhier: Herkunftpaternità è ancora oggi contesoumstrittencontesa tra la Francia e il Piemonte. Da provare anche la la confetturaKonfitüreconfettura di marroni. Le castagne, invece, vengono usate in cucina in tanti modi: al forno, bollitogekochtbollite, sotto forma di farina, cotte sulla la braceGrillbrace, secche, fresche… Sono per esempio gli l'ingrediente m.Zutatingredienti ideali di gustose zuppe autunnali, abbinato akombiniert mitabbinate ai legumi, oppure da sole con l’l'aggiuntaZugabeaggiunta di qualche fetta di il pane raffermoaltes Brotpane raffermo. Da provare la zuppa con castagne, patate e la pancettaBauchspeckpancetta croccante, oppure quella ai funghi. L’abbinamento principeHauptprincipe è tuttavia quello con la carne. Le castagne si sposano bene soprattutto con la la selvagginaWildselvaggina e possono  essere utilizzate sia come contorno di l'arrostoBratenarrosti o lo stufatoGeschmortesstufati, sia come la farcituraFüllungfarcitura. Nel primo caso mescolarevermengenmescolate, per esempio, alle mele tagliareschneidentagliate a dadiniwürfeliga dadini, e cotte in padella dopo averle fatte bollire, oppure caramellare. Come farcitura, invece, si lavorano solitamente insieme ad altra frutta, come la prugnaPflaumeprugne, mele o pere. Naturalmente compaiono anche nelle ricette dei dolci. Da provare lo strudel con le castagne, in cui le mele vengono sostituite con castagne lessogekochtlesse e tritarehackentritate grossolanamentegrobgrossolanamente insieme alle noci. La farina di castagne è usata in diversi piatti. Normalmente viene mescolata alla farina di il grano teneroWeichweizengrano tenero per preparare formati classici di pasta, come tagliatelle, pappardelle o gnocchi, da condireanrichten, würzencondire magari con un sugo a base di il fungo porcinoSteinpilzfunghi porcini, con la zuccaKürbiszucca e speck, ma anche con una crema a base di taleggio e pere. Questa particolare farina è anche la base di diversi formati di pasta regionale. Le picagge liguri, ad esempio, sono grosse fettuccine da condire con il pesto o con un il ragù di carneFleischsoßeragù di carne.

    Neugierig auf mehr?

    Dann nutzen Sie die Möglichkeit und stellen Sie sich Ihr optimales Abo ganz nach Ihren Wünschen zusammen.